Codice di Procedura Civile


LIBRO QUARTO
Dei procedimenti speciali
TITOLO I
Dei procedimenti sommari
CAPO I
Del procedimento d'ingiunzione

Art. 640

Rigetto della domanda
Testo a fronte
TESTO A FRONTE

I. Il giudice, se ritiene insufficientemente giustificata la domanda, dispone che il cancelliere ne dia notizia al ricorrente, invitandolo a provvedere alla prova.

II. Se il ricorrente non risponde all'invito o non ritira il ricorso oppure se la domanda non è accoglibile, il giudice la rigetta con decreto motivato.

III. Tale decreto non pregiudica la riproposizione della domanda, anche in via ordinaria.


GIURISPRUDENZA

Opposizione a decreto ingiuntivo - Notifica a difensore esercente “extra districtum” - Notificazione presso il domicilio eletto - Validità - Riscontro della correttezza dell’indirizzo presso il locale albo professionale - Necessità - Esclusione - Fondamento - Mancato perfezionamento della notifica in ragione del mutamento del domicilio eletto - Riattivazione del procedimento notificatorio - Ammissibilità - Condizioni.
La notifica dell'opposizione a decreto ingiuntivo al procuratore che, esercente fuori della circoscrizione cui è assegnato, abbia eletto domicilio ai sensi dell'art. 82 del r.d. n. 37 del 1934, presso un altro procuratore, assegnato alla circoscrizione del tribunale adìto, è valida se effettuata nel luogo indicato come domicilio eletto in forza degli artt. 330 e 141 c.p.c., senza che al notificante sia fatto onere di riscontrare previamente la correttezza di quell'indirizzo presso il locale albo professionale, atteso che grava invece sul difensore che ha eletto domicilio l'obbligo di comunicarne alla controparte gli eventuali mutamenti; pertanto, ove la notifica non vada a buon fine in ragione del mutamento del domicilio eletto "extra districtum", è ammissibile la riattivazione del procedimento notificatorio, la quale, avuto riguardo alla scissione dei momenti perfezionativi dell'atto per il notificante e per il destinatario, deve avvenire nell'ambito della medesima procedura originata dalla iniziale richiesta di notificazione e nel rispetto di un termine non superiore alla metà di quello, pari a quaranta giorni, ordinariamente fissato per lo specifico incombente dall'art.641 c.p.c. (massima ufficiale) Cassazione civile, sez. III, 22 Febbraio 2021, n. 4663.


Domanda monitoria – Rigetto parziale – Giudizio di opposizione – Riproposizione – Ammissibilità.
La domanda di pagamento di una somma di denaro, proposta nel ricorso per ingiunzione e solo parzialmente accolta nella fase sommaria, non può essere qualificata, in senso stretto, come riconvenzionale. Il convenuto opposto, pertanto, potrà riproporla nella successiva fase di opposizione a decreto ingiuntivo anche laddove egli si costituisca oltre il termine di cui all’art. 166 c.p.c. (Studio Legale Nicastro & Associati) (riproduzione riservata) Tribunale Milano, 21 Novembre 2020.