Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 16843 - pubb. 07/03/2017

Il principio di non contestazione nel processo per dichiarazione di fallimento

Cassazione civile, sez. I, 28 Febbraio 2017, n. 5067. Est. Terrusi.


Fallimento – Dichiarazione – Procedimento – Principio di non contestazione – Applicabilità



Il principio di non contestazione di cui all’art. 115 c.p.c., sintetizzando una tecnica di semplificazione della prova dei fatti dedotti, ha dignità di regola generale e, come tale, opera a pieno titolo anche nel processo di fallimento; anche se l'operatività in materia fallimentare è stata affermata solo in relazione al procedimento di opposizione allo stato passivo (salvo il potere del giudice delegato di sollevare a sua volta eccezioni in via officiosa: v. tra le altre Cass, sez. I, 16554/2015), niente induce a ritenere che lo stesso non abbia ad applicarsi al procedimento per dichiarazione di fallimento. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Il testo integrale