Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 23597 - pubb. 16/05/2020

Opposizione allo stato passivo, eccezioni nuove del curatore e termine a difesa per l'opponente

Cassazione civile, sez. I, 06 Settembre 2019, n. 22386. Pres. Genovese. Est. Dolmetta.


Opposizione allo stato passivo - Eccezioni nuove del curatore - Proponibilità - Conseguenze - Termine a difesa per l'opponente - Necessità - Condizioni - Fattispecie



Nel giudizio di opposizione allo stato passivo il curatore può introdurre eccezioni nuove, ossia non formulate già in sede di verifica; in tal caso peraltro, e solo in relazione ai contenuti e termini dell'eccezione nuova, il rispetto del principio del contraddittorio esige che sia concesso termine all'opponente per dispiegare le proprie difese e produrre la documentazione probatoria idonea a supportarle. (In applicazione di tale principio la S.C. ha confermato il decreto del Tribunale di inammissibilità della produzione documentale sull'esistenza, entità e rango del credito insinuato, richiesta dall'opponente, in quanto estranea al tema dei controcrediti introdotto con l'eccezione del curatore). (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale