Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 7813 - pubb. 24/09/2012

Appello avverso sentenza sfavorevole anche nel merito e deduzione di soli vizi di rito

Appello Milano, 19 Ottobre 2011. Est. Carla Romana Raineri.


Appello - Deduzione di soli vizi di rito - Ammissibilità - Limiti - Ipotesi tassative di cui agli artt. 353 e 354 c.p.c..



L’impugnazione con cui l’appellante si limiti a dedurre soltanto vizi di rito avverso una pronuncia a lui sfavorevole (anche) nel merito è ammissibile nei soli limiti in cui i vizi denunciati, se fondati, imporrebbero una rimessione del procedimento al primo giudice ex artt. 353 e 354 c.p.c., e non anche nel caso in cui i vizi medesimi non rientrino nelle ipotesi tassative elencate dalle norme predette. Ne consegue che nella prima ipotesi, è ammissibile la deduzione dei soli vizi di rito, mentre, nella seconda, l’appello deve essere dichiarato inammissibile, qualora non contenga la richiesta di una pronuncia nel merito della domanda (Cass. n. 1505/07; Cass. n. 1199/07). (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario, art. 342 c.p.c.

Massimario, art. 353 c.p.c.

Massimario, art. 354 c.p.c.


Il testo integrale