Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24188 - pubb. 16/09/2020

Dichiarazione fallimentare e mancata comparizione all’udienza di discussione

Appello Torino, 10 Settembre 2020. Pres. Tiziana Maccarrone. Est. Roberta Bonaudi.


Procedimento per la dichiarazione di fallimento – Mancata comparizione – Udienza ex art. 15 L. Fall. – Improcedibilità per disinteresse – Applicabilità

Procedimento per dichiarazione di fallimento – Mancata comparizione – Trattazione scritta di cui all’art. 83 comma 7 lett. b) del D.L. 18/2020 – Mancato avvertimento degli effetti della mancata comparizione – Applicabilità



La dichiarazione di fallimento interviene nonostante la mancata comparizione del creditore all’udienza fissata dal tribunale per la dichiarazione di fallimento, considerato che nel nostro ordinamento non v’è automatismo tra la mancata presenza del creditore e la rinuncia al ricorso.

In difetto di un espresso avvertimento, nell’ordinanza che dispone la trattazione scritta, degli effetti del mancato deposito delle note scritte di cui all’art. 83 comma 7 lett. b) del D.L. 18/2020, non si può provvedere all’equiparazione del mancato deposito delle suddette note alla mancata comparizione del creditore. (Carlo Cao) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Segnalazione del Dott. Carlo Cao



Il testo integrale