Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 15758 - pubb. 13/09/2016

Deposito telematico in fascicolo errato: conseguenze

Tribunale Bologna, 04 Luglio 2016. Est. Salina.


Processo fallimentare – Opposizione allo stato passivo – Depositata telematicamente alla scadenza del termine – Indirizzata a registro non pertinente – Nullità del deposito – Inammissibilità e decadenza



Il deposito telematico di un atto processuale in un fascicolo non pertinente è affetto da nullità perché mancante dei requisiti indispensabili al raggiungimento dello scopo ex art.156 c.p.c.. Il deposito in cancelleria infatti ha la funzione di comunicare l’atto alla controparte oltre che al giudice. Questa funzione viene del tutto a mancare se l’atto non può essere reso accessibile nel pertinente fascicolo telematico perché indirizzata altrove.
La circostanza che il deposito del ricorso, tempestivamente effettuato, era stato rifiutato dal sistema soltanto per erroneità del registro di riferimento non rende l’iniziativa processuale immune dalla decadenza/inammissibilità. Se il deposito è nullo, non vale a far salvo il rispetto del termine la circostanza che la ricevuta di accettazione sia stata generata entro la fine del giorno di scadenza. (Chiara Bosi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Luca Bertozzi


Il testo integrale