Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 19365 - pubb. 01/07/2010

.

Cassazione civile, sez. I, 13 Novembre 2015. .


Ammissione al passivo - Dichiarazioni tardive - Domanda cd. supertardiva - Inammissibilità - Questione di illegittimità costituzionale - Manifesta infondatezza - Ragioni



È manifestamente infondata la questione di illegittimità costituzionale, per violazione dell'art. 47 Cost., dell'ultimo comma dell'art. 101 l.fall., nella parte in cui prevede che la domanda di ammissione tardiva non può essere proposta oltre il termine stabilito dal comma 1, posto che la menzionata disposizione, consentendo la rimessione in termini al ricorrente che provi che il ritardo è dipeso da causa a lui non imputabile, non implica il sacrificio assoluto del diritto di credito, ma bilancia il suo esercizio con le esigenze di speditezza della procedura fallimentare. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato