Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24146 - pubb. 10/09/2020

La perentorietà del termine di otto giorni per la proposizione del reclamo ex art. 36 l.f. avverso gli atti del curatore

Tribunale Ancona, 28 Luglio 2020. Pres. Mazzagreco. Est. Maria Letizia Mantovani.


Fallimento - Reclamo contro gli atti del curatore e del comitato dei creditori - Termine per impugnare - Natura perentoria



La perentorietà del termine di otto giorni per la proposizione del reclamo ex art. 36 l.f. avverso gli atti del curatore, ancorchè non esplicitamente prevista dalla norma, si desume dall'esigenza di celerità e certezza della procedura fallimentare, confermata anche dal mancato assoggettamento di detto termine alla sospensione feriale come previsto dall'art. 36 bis l.f. (Paolo Bortoluzzi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell’Avv. Paolo Bortoluzzi


Il testo integrale